Che cos’è?

L’OBD2 è l’evoluzione del sistema OBD (on-board diagnostics) introdotto negli anni ’90 del secolo scorso dal California Air Resources Board. Nel 2001 venne applicato ai motori benzina e nel 2004 ai motori diesel.

Quando sulla nostra auto vediamo una spia accesa sul quadro strumenti, allora il sistema di OBD2 ha fatto il lavoro corretto. Infatti esso provvede a fare una diagnosi del veicolo e a segnalare eventuali anomalie.

Il motivo per cui è stato sviluppato è proprio per aiutare a rilevare il guasto, dal momento che le strutture delle auto diventano sempre più complesse e una diagnosi approfondita da uno specialista stava diventando sempre più costosa.

L’OBD2 informa il proprietario dell’auto e il meccanico sullo “stato di salute” dei vari sottosistemi del veicolo: quelli emission relevant, ovvero quelli che, se rotti, portano a un aumento delle emissioni (come, ad esempio, catalizzatore e sonda lambda), si riferiscono a una normativa standard in Europa e Stati Uniti; gli altri sistemi (come il climatizzatore e l’airbag) prevedono un’autodiagnosi non standard, definita da ogni costruttore automobilistico. Esso permette di avere un controllo completo del veicolo: dai parametri del motore fino al monitoraggio di altri componenti, come il telaio e gli accessori.

Come funziona?

L’OBD2 utilizza una porta di comunicazione digitale per fornire informazioni in tempo reale e segnalare la natura dell’anomalia tramite codici standard, detti Diagnostic Trouble Codes (DTC). Questo ha permesso di standardizzare la decifrazione di un guasto, dal momento che forma della spia di collegamento, posizione e codice di errore sono definiti, appunto, dalla legge.

Per utilizzare il sistema OBD2 bisogna collegare il connettore a presa piatta a doppia fila con l’unità diagnostica, dopo di che sullo scanner compariranno i codici di errore, composti da una combinazione di lettera e quattro numeri, che indicano la zona e l’entità del guasto.

Flash-Tool: lo strumento giusto per effettuare un’autodiagnosi

Se sei un’officina, un carrozziere o un gommista, Flash-Tool è il prodotto che fa per te! Permette di effettuare un’autodiagnosi da remoto, con la consulenza di un nostro tecnico specializzato.

Kess V2: il programmatore per centralina motore e cambio che si connette tramite porta OBD

Non riesci a risolvere il problema con un’autodiagnosi? Kess V2 è la soluzione! Questo strumento affronta problematiche che una semplice diagnosi non può risolvere; inoltre, potrai riprogrammare la centralina del veicolo tramite la porta OBD!

Curioso? Allora consulta subito la nostra pagina prodotto.

Recommended Posts